Abbiamo scoperto che i pesci possono parlare e ora li possiamo ascoltare!

Tempo stimato di lettura: < 1 minuto

La “voce” del pesce è un argomento dimenticato che nasconde un mondo immenso e affascinante.

Siamo abituati a dire: “Sei più stupido di un pesce”, ma in realtà il modo in cui i pesci comunicano è molto più vario e rumoroso di quanto pensiamo. Nelle barriere coralline, ad esempio, c’è un “ronzio” impressionante e i pesci ne sono responsabili. “Sappiamo da molto tempo che alcuni pesci emettono suoni, ma sono sempre stati percepiti come stranezze”, afferma Aaron Rice, ecologista della Cornell University. “Probabilmente sono stati trascurati perché i pesci non sono facilmente udibili o visti, e la scienza della comunicazione acustica subacquea si è concentrata principalmente su balene e delfini”, afferma il neuroscienziato evoluzionista di Cornell Andrew Bass. “Ma anche i pesci hanno una voce.”

Il linguaggio nei pesci è apparso 155 milioni di anni fa, contemporaneamente alle vocalizzazioni nelle specie terrestri, e si è evoluto indipendentemente almeno 33 volte. Ma le nostre conoscenze su questo argomento sono ancora molto limitate e scarse. Sappiamo che i pesci parlano continuamente di cibo, pericolo, sesso, eventi sociali come quelli territoriali e probabilmente altro. Il problema è che è difficile per noi percepire questi suoni e studiarli.

Probabilmente un giorno scopriremo le loro canzoni e ci affascineranno, come quella delle sirene.