Psiche 16, un asteroide da 10 trilioni di dollari!?

Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Secondo la NASA, il motivo di questo valore risiede nei metalli al suo interno.

Tutto ciò che riguarda lo spazio è tanto affascinante quanto sconosciuto, e quando sembrava che avessimo visto tutto, emergono nuovi dati sorprendenti, come la storia di Psiche 16, un asteroide che sembra uscito da un film di fantascienza. Secondo la NASA il suo valore supererebbe i 10 trilioni di dollari, una cifra estremamente difficile da immaginare e che per chiarire qualcos’altro dovrebbe essere paragonata alla ricchezza totale della Terra. Un fatto neanche facile e il cui valore cambia continuamente. Ma per avere una piccola idea, dobbiamo tenere a mente che prima dell’inizio della pandemia, nel 2019, la rivista Forbes affermava che l’economia mondiale era di circa 142 trilioni di dollari, quindi si potrebbe dire che una stima esatta è incalcolabile (o almeno per adesso).

Alla domanda su quale sia la sua particolarità ad essere considerato così prezioso, la risposta sta nella sua composizione, perché a differenza della maggior parte degli asteroidi composti da rocce e ghiaccio, Psiche 16 è praticamente tutto un gigantesco metallo in volo. “Abbiamo visto meteoriti per lo più metallici, ma Psyche potrebbe essere unico, in quanto potrebbe essere un asteroide interamente fatto di ferro e nichel”, ha spiegato la dott.ssa Tracy Becker, in uno studio pubblicato da The Planetary Science. aggiunse che ‘La Terra ha un nucleo metallico, un mantello e una crosta. È possibile che mentre si stava formando il protopianeta Psiche, sia stato colpito da un altro oggetto nel nostro sistema solare e abbia perso il mantello e la crosta“.

Questa teoria secondo cui si trattava di un pianeta che non è mai stato completamente creato potrebbe spiegare questa composizione, ma sono ancora solo ipotesi. “Siamo stati in grado di identificare per la prima volta su qualsiasi asteroide quelle che riteniamo essere bande di assorbimento dei raggi ultravioletti di ossido di ferro“, ha spiegato. Secondo il ricercatore, il grado di ossidazione nello strato superficiale dell’asteroide potrebbe essere un’indicazione della sua età. “Questo è qualcosa che dobbiamo studiare ulteriormente“, ha aggiunto. “Questa potrebbe essere un’indicazione che è stato esposto nello spazio per molto tempo. Questo tipo di bagliore ultravioletto è spesso attribuito agli agenti atmosferici spaziali“.

Cosa si sa di Psiche 16

Situato nella fascia di asteroidi tra Giove e Marte, con i suoi 210 km di diametro, dista 310 milioni di chilometri dal nostro pianeta. Fu scoperto nel 1852 all’Osservatorio di Capodimonte a Napoli e da allora è un mistero. Tanto che nel 2017 la NASA ha approvato un progetto per esplorarlo con una sonda, ma non partirà fino a quest’anno, su un razzo SpaceX Falcon Heavy (compagnia di Elon Musk). Un’avventura che inizierà nei prossimi mesi, anche se non sarà raggiunta fino al 2026, momento in cui inizierà uno studio approfondito che durerà circa due anni.

Ci fa sorridere amaramente che questo articolo abbia molto in comune con il film “Dont Look Up!”

Speriamo in un finale diverso….