Macchie calve sulla barba: cosa fare per “curarle”

Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Lo stress, la predisposizione genetica o alcuni farmaci possono causare la calvizie della barba.

Hai deciso di unirti alla tendenza delle barbe, ma hai scoperto che la tua barba ha dei punti calvi? È un problema più comune di quanto si possa pensare. Proprio come gli uomini soffrono regolarmente di caduta dei capelli, possono soffrire per diversi motivi, la caduta dei peli del viso, rovinando il loro obiettivo di sfoggiare una barba folta. La buona notizia è che ha una soluzione.

Perché compaiono punti calvi sulla barba?

Tra i motivi che possono causare una bassa densità della barba o la mancanza di pelo, ci sono, lo stress generalizzato o la sofferenza di un importante evento stressante. Come in altri problemi della pelle (ad esempio la dermatite), lo stress è un fattore che peggiora sempre i sintomi. Inoltre, anche alcuni farmaci o malattie possono causare questo tipo di alopecia che colpisce la barba. Ma la genetica e gli ormoni svolgono il ruolo più importante nella formazione della barba.

Come trattare le macchie calve sulla barba

La prima cosa che dovresti fare è andare da un dermatologo per valutare il tuo caso e trovare l’origine dei punti calvi. Se si tratta di alopecia areata, devi sapere che di solito è reversibile fino al 50% dei casi. Il dermatologo può consigliarti di utilizzare corticosteroidi locali per accelerare il recupero. Nel caso in cui i punti calvi siano permanenti si consiglia il “trapianto di capelli con la tecnica FUE, senza dimenticare altri trattamenti disponibili come il Minoxidil topico“.

L’innesto della barba con la tecnica FUE viene eseguito estraendo dal paziente i follicoli necessari a coprire le zone calve, e successivamente trapiantandoli con due possibili tecniche come lo zaffiro o il DHI. Questa procedura, secondo gli esperti, è minimamente invasiva e comporta un processo postoperatorio rapido e indolore.

Non dimenticare, invece, che, per sfoggiare una barba folta, è necessario mantenere una corretta routine di cura quotidiana (pulizia e idratazione), nonché condurre uno stile di vita sano, con un’alimentazione varia ed equilibrata ed evitare di sottoporre i capelli ad alte temperature.